Residenze sicundarie è spoliazione fundaria : un prughjettu di lege

Luttà contr’à a speculazione fundaria è immubiliare : hè un prughjettu di lege purtatu da Jean-Félix Acquaviva. U Diputatu Naziunalistu, aspittendu una pussibule finestra per dibatte à l’Assemblea Naziunale, hà per scopu d’arrimbà si à nantu à a lege 3Ds – lege nova di decentralizazione, in discussione stu principiu di dicembre – per pusà e base di u so testu per via di parechji amendamenti. In background, una vera urgenza : a frenesia di e custruzzioni novi, è un meccanisimu spietatu di spoliazione di a terra chì nimu ùn pò parà.

Trois puntelli maiò

S’arrimba u prugettu à nantu à trè assi principali : un dirittu di prelazione rinfurzatu di a Cullettività di Corsica, una tassazione di e residenze sicundarie per dà à a Regione una risorsa finanziaria nova significativa, è infine un rinfurzamentu di u cuncettu di « spazii strategichi ». in leia diretta incù u PADDUC. À sti 3 punti cintrali hè statu aghjustatu un’appendice impurtante : a capacità per tutte e cumune di Corsica d’impone a dichjarazione in merria di tutte e residenze dedicate à l’alloghji di turismu, è dunque, in casu di dumande eccessiva, di ricusà sta iscrizzione, per fà calà u fenomenu di paracumercializazione.

Primu pilastru : un dirittu novu di prelazione per a Regione

Issu drittu di prelazione urbanistica per a CDC saria allargatu à tematiche d’interessu generale altru ch’è a difesa di i spazii naturali sensibili : l’accessione à a pruprietà, a creazione d’abitazioni suciali, d’uffizii di serviziu publicu, d’infrastrutture di trasportu, ma dinò d’ogni prughjettu di sviluppu ecunomicu è di prutezzione di l’ambiente. Issu primu pilastru interveneria in i lochi assai custritti oghje da a speculazione fundaria è immubiliare, chì sarianu determinati da u Cunsigliu di Statu, et dinò à parte si di un certu livellu finanziariu, per luttà veramente contru à a speculazione. 

Una risorza perenne

U sicondu pilastru daria à stu dirittu di prelazione una risorza perenne à a misura di e sfide : hè a tassazione di a speculazione immubiliaria à nantu à e case sicundarie. Nant’à stu tema, sò pruposte dui affari : a prima cunsiste in a tassazione di u valore di e residenze sicundarie, fora di quelli induva ùn hè ancu fattu u spartimentu è di quelli ch’ùn francanu micca un certu prezzu definitu da u Cunsigliu di Statu. Ci voli à matriculà dinò ch’ella sarà privista un esunerazione à nantu à i critarii finanziarii. Per via di sti criterii, Sperca cusì Jean-Félix Acquaviva pudè scaccià tutti i prublemi di e case patrimuniale di i Corsi, chì custituiscenu oghje solu un terzu di tutte e case secondarie. A seconda pruposta cunsisteria in a tassazione di e sopravalute immubiliarie fora di i trasferimenti di residenza principale è di i beni in spartimentu, cù una pussibilità d’esunerazione à nantu à critarii finaziarii, è sicondu i tarritorii.

PADDUC è spazii strategichi

U terzu assi cuncerna u PADDUC. Permettaria di rinfurzà a nuzione di spazii strategichi. In più di i zoni strategichi agriculi, a lege rinfurzaria a pussibilità di creà zoni d’equilibriu ecunomicu è suciale territuriale à livellu di e cumune. U scopu : favurisce in priurità in issi lochi l’accessu suciale à a pruprietà, l’alloghju suciali, i prughjetti di sviluppu ecunomicu perennu, è dunque di metta fora, in quantu à a priurità, a distribuzione di massa, u fenomenu di l’affittu di staggione è a residenzializazione secundaria. In quantu à u Diputatu, « dà a priurità à certi spazii hè ancu una manera per frenà a crescita di l’abitazioni secondarie è soprattuttu di codificà a necessità di creà altre abitazioni. altri lochi di sviluppu ecunomicu è altre infrastrutture di serviziu publicu. Bella sicura, tocca à a cumuna di traduce li in u so PLU. »

Una lege in stand-by

U 31 di marzu, a Cummissione di Legge validava una pruposta in quantu à l’evoluzione di u statutu di a Cullettività di Corsica, per luttà contr’à a speculazione fundaria è immubiliare. Stu prugettu hè statu purtatu da i diputati naziunalisti, cù Jean-Félix Acquaviva in prima linea. In principiu divia essa studiata sta pruposta à l’Assemblea Naziunale di l’8 d’aprile, in u quadru di un tempu di parola specificu – chjamatu ancu « niche parlementaire » – riservatu à u gruppu Libertés & Territoires. À a fine, dibattitu à nantu à a  speculazione ùn ci n’hè statu. Anu inciampatu e discussioni annantu à un prughjettu di legge chì trattava di a fine di a vita è di « l’assistance médicalisée active à mourir », chì avia ricevutu di più di 3000 amendamenti. Exit dunque a pruposta di lege à nantu à a speculazione, ch’ùn hè più per avà vultata à nantu à a tavula. A prossima « niche parlementaire » di u gruppu serà in ferraghju. Tandu, u Diputatu pare avè cambiatu d’idea : hà pà avà di fà passà parechji punti urgenti di a so lege per via di mudificazioni à a lege 3DS – prima a lege 4D, una lege nova di descentralizazione – per fà move e linee. Un primu emendamentu hè statu vutatu u 6 di dicembre, malgradu l’opinione sfavorevule di u guvernu, cuncedendu à a Corsica un dirittu à una prucedura di sperimentazione legislativa, sfarente da u dirittu cumunu.

Ma hà da bastà ? In una longa interview, ci dà Jean-Félix Acquaviva u so parè in quantu à a situazione, è e perspettive d’evoluzione future … Senza mai perde di mira ch’ellu corre u tempu contr’à nò.

Laisser un commentaire

Corsica.news

GRATUIT
VOIR